Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/mhd-01/www.diamoilla.it/htdocs/wp-content/plugins/wysija-newsletters/helpers/shortcodes.php on line 100
Diamoilla Newsletter #1

NEWSLETTER #1 Luglio 2017

Cari Soci, cari Amici,

alla vigilia delle vacanze estive ci fa piacere aggiornarvi sul costante incremento di attività di Diamo il La,  progetto pilota di educazione all’ascolto musicale nelle scuole dell’infanzia del Comune di Milano, che compie tre anni di vita. 

Un ringraziamento particolare va ai molti amici che credono nel progetto e ci danno concretamente una mano. 

Il sostegno e l'interesse di ciascuno rappresentano un impegno ulteriore a coinvolgere sempre più scuole dell’infanzia e dunque incoraggiare un numero sempre maggiore di  bambini all’ascolto e alla familiarità con la musica.

Con i più cordiali saluti e auguri di buona estate,

Giuseppina Manin, Nora Del Torre, Francesca Moncada, Antonietta Poggi, Antonio Magnocavallo, Piergaetano Marchetti

La musica nelle scuole dell’infanzia del Comune di Milano

L’educazione all’ascolto musicale nel percorso didattico, sin dai primissimi anni di vita dei bambini, può diventare uno strumento di aggregazione civica, integrazione sociale, coesione nel gruppo della classe.

Ascoltarsi l’un l’altro sarà un buon punto di partenza per tutti.

Giuseppina Manin, presidente dell’Associazione Diamo il La

Il giovane Quartetto d’archi Ghelo calamita l’attenzione dei giovanissimi ascoltatori

Il progetto Diamo il La continua a crescere!

Erano 4 le scuole dell’infanzia coinvolte alla partenza nel  2015. Saranno 9 il prossimo anno scolastico, per un totale di circa 1096 bambini e 95 educatori. Alle scuole in Via Palermo e Bastioni di Porta Nuova (Zona 1) e di Via Pastrengo e via Quadrio (Zona 9), si sono aggiunte lo scorso anno quelle di via Brunacci e di via Barrili (in Zona 5).  Per il 2017-18 aderiranno al progetto educativo altre 3  scuole, in via  Pescarenico (Zona 5) e nelle vie Osimo e Barabino (Zona 4).
 
Con l’accordo del Comune di Milano e secondo le disponibilità di fondi, Diamo il La intende coinvolgere un numero crescente di scuole dell’infanzia, creando una rete cittadina di educazione primaria all’ascolto.

Il progetto si ispira al noto metodo didattico Reggio Children rivolto ai piccoli degli asili, sviluppato nel mondo a partire dal 1994. Con il supporto di loro esperti pedagogisti e musicisti-atelieristi e formati da Laura Habegger per la didattica musicale, un’autorità in questo campo, gli insegnanti inseriscono il linguaggio musicale tra i linguaggi espressivi comuni, propongono stimoli sonori, sollecitano attenzione all’ascolto, accolgono i suggerimenti degli stessi bambini.

Seguici su Facebook e scopri di più sul nostro sito

Il momento più significativo della socialità comune è la musica che, con il teatro, ha l’unità nel ritmo, nel gesto, nel suono, nel canto, nella performance. Credo che creare questo cuore nuovo dentro la scuola a tutti i livelli sarebbe una impresa notevolissima.
Carlo Sini, filosofo e musicologo e già docente di musica

Per i bambini è importante cercare di rendere visibile il suono, oltre che con il linguaggio del corpo, anche con i segni che rappresentano in maniera più pertinente i brani musicali che ascoltano. Suoni lenti e veloci, suoni lunghi e brevi, forte e piano…

È stato proposto ai bambini di ascoltare il proprio respiro e di provare a rappresentarlo graficamente su un grande foglio, di colorare i suoni della natura ascoltati e  quelli degli strumenti di lavoro del falegname, che hanno conosciuto. Sono nate così delle partiture collettive

“Nella scatola abbiamo catturato i suoni della raspa e del martello, del trapano a colonna” spiegano.

I bambini di Diamo il La si esprimono

Si è svolto un buon lavoro con Diamo il La nel corso di questi primi anni. Una delle conseguenze piacevoli è stato il coinvolgimento e l’entusiasmo crescente dimostrato dalle insegnanti, la fiducia nelle indicazioni date e la loro soddisfazione nel notare risposte immediate e impensate nei bambini.
Marco Gerosa, atelierista

L’ascolto coinvolge tutto il corpo e per i bambini piccoli il corpo è “strumento” del percepire, rappresentare, fare esperienza: la musica diventa linguaggio che alimenta le curiosità.
Tiziana Filippini, pedagogista e Filippo Chieli, atelierista di Reggio Children

Che cos’è la voce? 

Tommaso 1: la voce è fatta di un soffio di aria che entra dalla bocca e dal naso alla bocca
Rebecca: la voce è fatta di vento che entra esce e si storta
Tommaso 2: la voce prende i pensieri dalla fronte
Antonino: anche dal cervello per pensare, si prende dalla bocca ed esce dalla bocca
Alessia: io ho una voce diversa e anche tutti
Tommaso 1: poi se voglio la cambio
Alessia: la mia voce entra nelle orecchie, esce dopo. La voce non sta sempre nelle orecchie
Andrea: io ho una voce, è fatta di aria
Alessia: io e mio fratello, lui ha una voce un po’ uguale alla mia

Tre anni di evoluzione 2015/2017-18

scuole 4 > 9
educatori 49 > 95
bambini 529 > 1096
12 incontri con i formatori di Reggio Children con pedagogista e atelierista >
15 incontri di didattica musicale delle insegnanti con Laura Habegger
2 laboratori di approfondimento per educatrici con i prof. Carlo Sini e Delfrati > 1/2  laboratori con il prof. Carlo Sini
2 stanze della musica e angoli della musica con strumenti e materiale tecnologico > nuove stanze della musica e angoli della musica
1 pianoforte restaurato e accordato, acquistato chitarre, flauti, tamburelli, fisarmoniche, piatti sospesi
1 computer, 4 videoregistratori, chiavette, 4 registratori con cuffie e microfoni
Ogni scuola viene dotata di materiale elettronico, set completi di materiale musicale, materiale didattico con libri di approfondimento, armadietti don lucchetto.

L’attività si espande, cresce la necessità del sostegno di soci ed amici. Contribuisci al progetto: 
con € 100 diventi Socio ordinario,
con € 300 Socio sostenitore
 
Associazione DIAMO IL LA
Banca Prossima per le Imprese Sociali
Gruppo Intesa San Paolo CC 1000/133384
IBAN IT84E0335901600100000133384

---