DIAMO IL LA

un progetto pilota che innesta l’approccio Reggio Children sull’educazione musicale nelle Scuole dell’Infanzia del Comune di Milano

ASCOLTO

introdurre un’educazione musicale che sia educazione all’ascolto: di suoni nuovi, di culture diverse

I BAMBINI

non è mai troppo presto per avvicinarsi alla musica

GIOCO

tutto è testato costantemente sul bambino, vero protagonista di ogni progetto

IL TUO CONTRIBUTO

sostieni con noi l’inserimento della musica nelle Scuole d’Infanzia comunali!

ACCADONO COSE

c’è tanto da fare ma lo stiamo facendo

Paesi al mondo che adottano il metodo Reggio Children

%

Adulti che suonano uno strumento in Italia

%

Bambini che suonano uno strumento in Italia

%

Bambini che non assistono nemmeno ad un concerto l'anno

Diamo il La, Associazione senza fini di lucro, per promuovere e diffondere nelle Scuole dell’Infanzia la sensibilità sonora e la familiarità con la musica, strumento d’integrazione tra realtà etniche e sociali diverse. Certi che la musica debba essere un diritto di tutti, crediamo sia necessario cominciare da subito, dalle scuole dell’infanzia, introducendo un’educazione musicale che prima di tutto sia educazione all’ascolto: di suoni nuovi, di culture diverse. Ascoltarsi l’un l’altro sarà un buon punto di partenza per tutti. Per questo abbiamo proposto al Comune di Milano di farsi promotore, nell’anno dell’Expo, di un “nutrimento” musicale che parta dai più piccoli. Tra i vari modelli pedagogici quello che più ci è parso rispondente a questa idea è l’approccio ideato da Reggio Children, avanguardia pedagogica internazionale, che prevede la formazione degli insegnanti stessi in una dimensione di collegialità e scambio professionale.

Il progetto è stato realizzato con Fondazione Cariplo, tra le realtà filantropiche più  importanti del mondo con oltre 1000 progetti sostenuti ogni anno per 144 milioni di euro e grandi sfide per il futuro. Giovani, benessere e comunità le tre parole chiave che ispirano oggi l’attività della fondazione.

Riccardo Chailly

Partire con un’educazione alla musica fin dai primissimi anni significa far capire le diverse opportunità che la musica può offrire. Può essere la compagna di tutta la vita, un’illuminazione per una futura professione o semplicemente creare consapevolezza nell’ascolto. Di qualsiasi genere e natura esso sia. Inoltre la forza della musica è anche di essere un’apertura verso culture diverse. Non essendoci un codice, l’abitudine all’ascolto crea in noi l’elemento per poter decodificare il senso stesso della musica e della cultura che esprime. Imparare ad ascoltare è un ampliamento e un compendio parallelo della vita.

Daniele Gatti

Ritengo che l’introduzione dell’educazione musicale nelle scuole d’infanzia rappresenti un’opportunità unica per avvicinare i bambini al mondo meraviglioso della musica e costituisca un fondamento molto importante per il loro futuro patrimonio culturale.
Le mie congratulazioni quindi ai promotori di Diamo il La per questo contributo prezioso rivolto ad arricchire la cultura e quindi la vita delle generazioni che verranno.

 

LA MUSICA È UN GIOCO DA BAMBINI

LA MUSICA È UN GIOCO DA BAMBINI

L'ipotesi centrale di questo libro di François Delalande è molto chiara: il bambino, sin dai primi mesi di vita, gioca con i suoni e questa attività va sottratta alla sfera del "rumore" per essere invece pienamente valorizzata come musica. Questo assunto prefigura un...

leggi tutto

SOSTIENICI

Sostieni con noi l’inserimento della musica nelle Scuole d’Infanzia comunali

DL_logoBCO120