È il cervello che ascolta che crea la musica, non solo chi suona, e ognuno di noi lo fa a modo suo. Che si tratti di Mozart, dei Pink Floyd, del jazz o di altro poco importa, in quanto è nel cervello che la moltitudine dei suoni, delle note sentite si saldano, si uniscono e diventano poi brano compiuto

leggi l’articolo